mercoledì 8 luglio 2015

Teclast x98 Air 3G - Meglio di un iPad e pure Android


Proprio come un bambino, non appena ricevo un pacco, dentro di me è un mix di emozione ed ansia, nonostante sappia benissimo cosa ci sia dentro.

Specialmente quando so cosa c'è dentro. Infatti ho intrapreso una tratta commerciale su un asse mondiale Cina-Italia che coinvolge l'importazione di prodotti tecnologici. 
Uh, detta così sembra una cosa parecchio figa. 
Invece parlando come le persone normali verrebbe fuori: ho preso un paio di tablet dalla Cina e li sto recensendo. Effettivamente la traslazione "linguaggio figo" -> "linguaggio normale" perde non poco.
Dando un taglio alle baggianate, dopo la buona prima esperienza col Chuwi Vi8, ho deciso di passare un taglio più grande, nuovo per me, il 9,7", tanto acclamato recentemente dai fan Android col Nexus 9 e, meno recentemente, dai fan Apple con la linea di iPad.
E proprio dagli iPad prende spunto deliberatamente questo pezzo di tecnologia made in China. Sto parlando del Teclast x98 Air 3G, una copia spudorata della scocca degli iPad, con modulo 3G ed il dual-boot Android/Windows, ormai marchio di fabbrica dei tablet orientali.

Design e scocca

Se posso permettermi una divagazione concettuale (ma è il mio blog, posso fare quello che mi pare!), ho sempre ammirato meravigliato il design dei soli tablet Apple (al contrario degli iPhone precedenti al 6, che, per me, resta il migliore della linea in quanto a design) e quindi il Teclast, copiando la casa di Cupertino in toto da questo punto di vista, ne acquisisce le virtù estetiche.



Solido, di una manifattura eccellente (almeno all'apparenza) e con una linea accattivante, grazie alle linee morbide dei contorni, il Teclast x98 Air 3G si regge in mano con facilità, sebbene l'ampiezza del display possa comportare qualche problemino, specialmente a chi non ha le mani troppo grandi.

Specifiche tecniche

Tocchiamo l'argomento che quei quattro gatti che stanno leggendo sta recensione vogliono approfondire:
- Intel Atom Z3736 Bay Trail, quad-core, 64bit, clockato a 2.13ghz
- 2GB RAM DDRL3 clockate a 1333mhz
- 32GB o 64GB di storage (io ho la versione da 64GB). NB. la versione da 32GB non ha il modulo 3G
- display da 9,7" retina con risoluzione 2048x1533 px, con una densità di 264ppi
- WiFi, 3G, GPS e Bluetooth
- fotocamera posteriore da 5mpx, quella anteriore da 2mpx
- touchpad capacitivo a 10 tocchi molto reattivo
- batteria da 8500 mAh

CPU e RAM

La CPU è parecchio potente per un tablet e potreste tranquillamente trovarla in un comune netbook, quindi potenza di calcolo abbastanza alta per gaming da salotto. 




Il quantitativo di RAM soddisfa pienamente sia la richiesta di Android KitKat, sia quella di Windows 8.1, offrendo un multitasking parecchio decente, difficile fare impallare questo tablet.


Storage

Avendo già avuto in mano il Chuwi Vi8 da 32GB ed un sistema di dualboot, ho avuto delle remore per quanto concerne la memoria: infatti con la traslazione dei blocchi reali di memoria secondo il conteggio dei 1024 bit, si perdono circa 5GB sul valore nominale dello storage, offrendo 27GB complessivi, da ripartire tra i due sistemi operativi, comprese le partizioni funzionali di recovery e bootloader.


Per cui ho optato per la versione da 64GB (che offre anche il modulo 3G ed il dual-boot), molto più capiente, che offre più spazio di manovra in entrambi i sistemi operativi.

Display

Il display è la caratteristica che più di tutti mi ha colpito positivamente. Mentre, sempre parlando del Chuwi Vi8, avevo menzionato una certa lentezza e una scarsa reattività del tocco, col Teclast sembra di avere un tablet Android di alta fascia: veloce, precisissimo e piacevole al tocco.



La densità del display retina e l'incredibile risoluzione rende l'esperienza ancora più piacevole, sebbene pesi abbastanza sulla povera GPU integrata che spesso si ritrova a scaldare un po' sul retro. Niente di trascendentale, ma sarebbe a mio avviso, più opportuno abbassare un po' il valore della densità dei pixel (cosa plausibile su Android, previa acquisizione dei permessi di root).

Connessioni

Non nascondo il fatto di aver scelto la versione da 64GB anche per poter usufruire di internet in mobilità, grazie al modulo 3G built-in, così posso finalmente trovare uno scopo alla scheda sim che è in offerta con la mia Vodafone Station. Tra l'altro il tablet offre anche le funzioni di chiamata, solo che, per fortuna, l'offerta Vodafone non comprende le chiamate. E dico per fortuna perché vorrei vedere voi a tenere una bestia da quasi 10 pollici all'orecchio, sembrereste dei ritardati.

Poi ci sono GPS, WiFi e bluetooth a completare il parco connessioni hardware e, per quello che l'ho provato, non hanno dato problemi di sorta: il GPS ha fissato quasi istantaneamente la mia posizione in un punto dove il Nexus 5 fa un po' di storie; il bluetooth si è collegato abbastanza velocemente con le cuffie (solo che non ho un metro di giudizio effettivo, non sapendo se si tratti di BT 4.0 o inferiore); il WiFi è ineccepibile, mai scollegato e aggancia il segnale in un lampo.

Fotocamere

Immaginate di essere davanti ad un UFO. Ma non distanti come puntini di luce in movimento in alto nel cielo. Immaginate di averlo proprio di fronte ad una decina di metri, con la sua imponente presenza e voi vi ritrovate con in mano un Teclast x98 Air 3G ed un tostapane. Se pensate di ottenere foto migliori usando il Teclast piuttosto che il tostapane, vi sbagliate di grosso. 


Una foto all'esterno con buona luminosità (cliccate per vederla in "alta" risoluzione).

Ed anche una "macro", potete cliccarci per vedere una "altissima" risoluzione.


Due fotocamere e due obbrobri, una risoluzione infima da un sensore ottico di scarsissimo livello. Se volete un tablet per scattare foto di qualità, questo non è l'aggeggio che fa per voi.

Batteria

8500 mAh sono un compromesso? No e sinceramente non so come mai. Mi aspettavo una scarsa resa visto il tablet parecchio potente e la risoluzione molto alta ed invece la durata della batteria è assurdamente sopra gli standard. Giunto al 80% di scarica, su Android, avevo usato il tablet da più di 10 ore (in standby) con 1:50 ore di screen on, quindi con un prospetto di resa di circa 7-10 ore. Magari 10 è un pelo alto, ma sono sicuro che si può tranquillamente arrivare a 6 ore di uso continuativo (in navigazione web, social, mail e video).
Per quanto riguarda Windows, non esistendo un applicativo (che io sappia) che misuri i tempi di scarica, non so dare numeri precisi, ma anche con l'OS di Microsoft sono arrivato ad usarlo per almeno 4-5 ore di fila lasciando un 20% di carica (anche se l'uso di Chrome aumenta consistentemente il battery-drain, molto meglio Internet Explorer in modalità tablet).

Comparto software

Davvero ben poco da dire, Windows 8.1 in tutto il suo splendore unito ad Android 4.4.4 (la migliore versione del robottino di sempre a mio avviso) fanno di questo tablet il compagno perfetto di viaggio. E la cosa più bella è che è già uscita una versione di Android Remix OS dedicata a lui. Non sai cosa sia Remix OS? Beh, mi dispiace per te, ma sto preparando anche un altro articolo dedicato a questo nuovo modo di vedere il robottino.

Prezzo

E qui veniamo alla nota dolente.

Ah no aspè, ha l'aspetto di un Apple device, ma non i componenti o il costo, quindi la nota è molto più che felice! 170€ per la versione da 32GB e 210€ per la versione da 64GB con GPS e 3G in più. Niente male eh?

PS. mettete in conto anche il pagamento dell'IVA se vi fate spedire da DHL, circa una ventina d'euro in più.

Conclusione

Lo consiglierei? Naaaa, perché mai volere una bestiolina del genere a due spicci? Meglio un Galaxy Tab 8.1 superplus extralarge ultrafigo a soli 900 pleuri.

Link per l'acquisto. Ovviamente l'ho comprato su AliExpress con trasporto affidato a DHL. Spendete qualche euro in più, ma il trasporto è assicurato e tracciabile, nonché rapidissimo. In soli 4 giorni il pacco è partito da Honk Hong ed arrivato a destinazione.